ORANGE ORDER: “LA PSNI HA GRAVI DOMANDE A CUI RISPONDERE”

Nella quarta notte di violenza post-Twelfth, la County Grand Lodge di Belfast ha rilasciato uno statement in cui accusa la Parades Commission di aver preso “una decisione illogica”

“Siamo stati coerenti e mai ambigui nel nostro appello a protestare pacificamente”: così si è espresso l’Orange Order nel turbine di attribuzione di colpe che ha seguito i violenti scontri, giunti alla quarta notte consecutiva.

“Certo, c’era la rabbia di cui anche il Segretario di Stato ha riconosciuto l’esistenza”, prosegue la dichiarazione. “una rabbia scaturita dal fatto che la Commission abbia premiato la violenza, e una rabbia che andava incanalata attraverso mezzi di espressione pacifici”.

Nello statement, si legge che l’Orange Order “non ha mai lanciato alcun appello alle proteste”: “Dopo incontri e colloqui con le logge locali, la comunità, i politici e il Belfast Parades Forum, abbiamo semplicemente deciso che avremmo organizzato una protesta a Woodvale Road, dove la parata sarebbe stata fermata. Non abbiamo lanciato alcun appello alla gente”.

Una versione diversa anche degli eventi in Woodvale Road, subito degenerati: “Quando le logge sono arrivate, c’era già un’enorme folla. Sono state lanciate pietre alla polizia, che ha risposto subito con cannoni ad acqua e proiettili di plastica sparati senza preavviso. Chi era lì per una protesta pacifica si è ritrovato inzuppato e ferito, e questo non ha fatto che aumentare la rabbia.

“Gli Orangisti e i politici locali hanno tentato di riportare la calma – e rendiamo onore a Nigel Dodds e ad altri colleghi del Belfast Parades Forum non solo per l’impegno dimostrato in questa protesta ma anche in altre occasioni quel giorno. Si era giunti con gli agenti all’accordo che la protesta sarebbe stata autorizzata se la violenza si fosse fermata, ma non si è potuti arrivare a questo perché la folla era troppo arrabbiata per l’operazione della polizia.

“La protesta è stata poi formalmente sospesa alle 12:55 del 13 luglio. La violenza non è mai stata la conseguenza di nessuna azione di protesta”, si dichiara.

Proseguendo, ancora colpe della PSNI: “Una land rover della polizia, che sembra stesse raccogliendo prove per la Parades Commission, ha fermato la parata più volte su Newtownards Road. Si è cercato di risolvere la questione ma nessuno rispondeva ai telefoni della PSNI.

“A questo punto, siamo stati attaccati da Short Strand”, giunge ad affermare. “L’attacco era chiaramente premeditato. Una pioggia di bombe vernice, bottiglie e pietre ci ha colpiti. In molti sono stati feriti e hanno dovuto essere portati in ospedale: una giovane donna di una delle bande ha una sospetta frattura al volto, un’altra ha ricevuto dieci punti su una gamba. Il massacro ha lasciato i partecipanti e i bambini traumatizzati”.

Secondo l’Orange Order, il riot che è seguito sarebbe “chiaramente colpa dei residenti di Short Strand che hanno attaccato la parata e il suo pubblico”.

E non è tutto: anche altre parate il 12 luglio sarebbero state “attaccate” dai residenti Nazionalisti. Tra esse, quella del Sandy Row District e le logge all’incrocio tra Lancaster Street e York Street.

“Perché, con un tale numero di agenti disponibili, la polizia non è stata in grado di fermare attacchi chiaramente premeditati?” prosegue lo statement. “La PSNI ha gravi domande a cui rispondere, e il Segretario di Stato deve riflettere sulla Parades Commission, che ha causato questa crisi.

“Chiediamo a tutti coloro che sono coinvolti negli scontri di fermarsi subito”, ha ribadito l’Orange Order, sottolineando però che “la violenza, che condanniamo, non può essere usata come scusa per non affrontare le questioni che la vergognosa decisione [della Commission, ndr] ha sollevato: un futuro condiviso, le relazioni tra le comunità e l’intolleranza dei Nazionalisti”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...