STRAGE DI OMAGH. APPELLO ALLA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI UMANI

I due repubblicani in carcere con l’accusa di essere responsabili della strage di Omagh si presenteranno davanti alla Corte Europea dei Diritti Umani nel tentativo di vedere la sentenza annullata

Non fu loro permesso di controinterrogare una spia dell’FBI, David Rupert, la cui testimonianza fu fondamentale, e nel processo fu ritenuta valida una prova ‘per sentito dire’: queste le due irregolarità a cui Michael McKevitt e Liam Campbell presenteranno davanti alla Corte.

Il loro legale, Kevin Winters, ha confermato.

A David Rupert fu impedito di presenziare al processo per ragioni di salute e sicurezza, ma più di 900 e-mail sono state inviate alla corte e ritenute valide come prove.

Dopo che la Corte Suprema di Londra ha rifiutato la loro petizione, un’udienza provvisoria della Corte Europea è attesa entro luglio.

Intanto, i due primi sospettati, Colm Murphy e Seamus Daly, si preparano ad affrontare la High Court di Belfast: il processo contro di loro sarà ripetuto.

Nessuno è ancora stato condannato penalmente per la strage di Omagh, ma i quattro sono stati ritenuti responsabili alla fine di una causa civile.

Nella strage di Omagh, firmata Real IRA, morirono 29 persone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.