ESPLODE LA VIOLENZA A EAST BELFAST, SPARI CONTRO LA PSNI

Escalation nei riots che per il terzo giorno consecutivo tormentano l’area di East Belfast. Segnalati spari contro le linee della PSNI intervenuta massicciamente, ricorrendo ai cannoni ad acqua ed elicotteri

Tre arresti, tra cui un 38enne che ha dovuto rispondere dell’accusa di tentato omicidio subito nella serata di sabato, comparendo dinnanzi alla Belfast Magistrates’ Court.

I disordini sono divampati nel pomeriggio di sabato al termine di una manifestazione pacifica alla City Hall, in occasione della quale si era adunato un migliaio di persone. Circa 100 i manifestanti lealisti che, nel loro tragitto di ritorno, sono stati attaccati da razzi provenienti dall’area nazionalista di Short Strand.

“La polizia si è trovata sotto attacco da una folla di oltre 100 persone che hanno utilizzato razzi, pietre e mattoni”, dichiara un comunicato della PSNI.

La polizia ha fatto ricorso ai cannoni ad acqua contro i rivoltosi ed un elicottero si è alzato in cielo dopo lo sparo di colpi di arma da fuoco contro le linee delle forze di sicurezza.

Quella che pare indubbia è la regia paramilitare all’origine dei disordini che stanno diventanto via via più organizzati.

“E ‘importante che l’azione della PSNI sia mirata a garantire che gli attacchi, sotto le mentite spoglie di ‘flag protests’ contro isolate comunità cattoliche – come a Short Strand – cessino immediatamente”, ha dichiarato Niall Ó Donnghaile, consigliere di East Belfast.

Intanto, indiscrezioni parlano di un ferito tra le file della polizia.

(Immagini tratte da UTV)

Articoli Correlati

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.