UN INDULTO CONCESSO NEL 1981 CONTRO LE ACCUSE DI TERRORISMO

I legali di Marian Price hanno rivelato di voler far valere un indulto di 30 anni fa contro le accuse a carico della veterana repubblicana in relazione all’attentato alla base armata di Massereene avvenuto nel marzo 2009

di Sara Parmigiani

Non era presente ieri Marian Price, all’udienza presso la Belfast Magistrate Court che avrebbe dovuto fissare una data del ricorso per abuso processuale di cui sarebbe stata vitta la leader del 32 County Sovereignity Movement. Sembrerebbe infatti quasi palese che l’incarcerazione della Price sia stata una sfida personale lanciata dal Segretario di Stato per l’Irlanda del Nord contro una delle maggiori icone della resistenza repubblicana al Nord.
Peter Corrigan, legale difensore, ha dichiarato: “Come parte di tale applicazione (ricorso per abuso processuale) avevamo scritto al NIO (Northern Ireland Office) per ottenere una copia dell’indulto attuale che fu conferito alla convenuta nel 1981.
“Alla data attuale il NIO ancora ha ancora fornito copia di questo documento, per noi fondamentale per sollevare la questione di abuso processuale”. I termini dell’indulto coprono tutti i reati di cui Marian Price fu condannata nel 1974. Non c’è quindi motivazione oggettiva alla revoca della licenza di libertà decisa da Owen Paterson.
Il giudice ha stabilito che ogni documentazione ritenuta necessaria per sostenere l’argomentazione, debba essere consegnata alle autorità.

Articoli Correlati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.