MAGHABERRY, CONTINUANO LE VIOLAZIONI DEI DIRITTI UMANI

Diventano sempre più insostenibili le condizioni di vita dei prigionieri repubblicani detenuti nel carcere di sicurezza nei pressi di Lisburn

a cura di Doris Ercolani

Brendan Conway è un prigioniero repubblicano nel carcere Maghaberry.
Sta attualmente affrontando test medici come da check up post cancro. Questa disposizione medica è stata recentemente interrotta a causa degli strip searches che vengono ancora praticati nel carcere. Il problema è venuto nuovamente a galla di recente, quando Brendan ha chiesto che gliu venisse risparmiata la perquisizione forzata prima di lasciare Maghaberry , cosa confermata anche dal personale penitenziario.
Gli è stato risposto che lo strip search era il presupposto perché lui potesse presentarsi alla visita in ospedale. Gli è stato detto che non aveva scelta ed è stato prelevato con la forza dalla sua cella, costretto a subire lo strip search e successivamente portato in ospedale. E ‘stato poi accompagnato in manette da due agenti della polizia penitenziaria alla stanza della visita. Gli ufficiali sono rimasti entrambi al suo fianco quando il dottore ha iniziato a visitarlo. Brendan ha chiesto al medico di interrompere la visita in presenza di due agenti di polizia penitenziaria e ha chiesto che i due lasciassero la stanza, ma gli agenti di polizia penitenziaria hanno rifiutato. Il medico è intervenuto e ha chiesto che le guardie carcerarie abbandonassero l’ambulatorio. Il medico ha l’obbligo di salvaguardare la riservatezza del paziente, quindi non poteva continuare la visita in loro presenza e ha sottolineato che si rendeva necessario fare un esame intimo del sig Conway . Il paziente ha continuato a chiedere che i due lasciassero la stanza, ma loro hanno nuovamente rifiutato così la visita è stata interrotta.
Brendan è stato poi riportato a Maghaberry, ,dove ha subito un nuovo strip search ed è poi tornato nella sua cella. Brendan ha chiesto di poter parlare al governatore: per presentare una denuncia contro il trattamento ricevuto. Il governatore è andato alla sua cella, si è scusato per l’accaduto e ha detto che i due ufficiali avevano violato il protocollo. Erano infatti tenuti a lasciare la sala durante la sua visita e ha assicurato a Brendan che non sarebbe successo di nuovo. Brendan gli ha detto di non prendere appuntamenti in qualsiasi altro ospedale in futuro se questo significa dover sopportare una perquisizione per accedervi.
Il governatore ha detto che è loro dovere assicurarsi che Brendan venga portato in ospedale per questi importanti controlli post cancro e che fa parte del suo lavoro garantirne la frequenza. Ma Brendan ha sottolineato che è un suo diritto rifiutare le cure ospedaliere e nessuno può costringerlo a queste visite se si rende per questo necessario essere sottoposto ad una perquisizione forzata con le conseguente lesioni che ne riceverebbe.
Questo è un altro caso di grave violazione dei diritti umani nel carcere Maghaberry circa i servizi medici ai i prigionieri repubblicani. Questo è un diritto umano fondamentale, e lo Stato ha degli obblighi derivanti dalla Convenzione europea. Fornire servizi medici è obbligatorio ai sensi dell’articolo 2, il diritto alla vita e alla libertà, il rifiuto di trattamenti inumani e degradanti sono sanciti da quest’articolo. Tuttavia i giudici hanno deciso che queste perquisizioni sono legali, ma per questo caso come altre casi correlati è pozzibile procedere alla Corte Suprema o alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.