STRAGE DI OMAGH, LE DOMANDE ANCORA SENZA RISPOSTA

Il Northern Ireland Affairs Committee chiede una nuova inchiesta sulle questioni ancora in sospeso in relazione alle atrocità del 15 agosto 1998 a Omagh

La richiesta del comitato di Westminster nasce dall’inchiesta avviata dopo che Panorama, un programma della BBC, aveva rivelato che i servizi di intelligence erano in possesso di tabulati e registrazioni telefoniche che se consegnati alle forze di sicurezza avrebbero potuto portare all’arresto dei responsabili dei un dei più tragici attentati in Irlanda del Nord.
Le informazioni non sono mai state consegnata alla Royal Ulster Constabulary.
Il presidente del comitato, Patrick Cormack, ha dichiarato che i famigliari delle vittime di Omagh ‘meritano giustizia’.
“Troppe domande sono senza risposta”.
“Il sistema giudiziario penale non è riuscito a consegnare alla giustizia i responsabili dell’attentato di Omagh. Il minimo è che coloro che sono stati vittime o feriti, abbiano il diritto di aspettarsi vengono fornite loro le risposte a queste domande.”
Nel 2007 Sean Hoey, l’unico imputato per la strage, venne giudicato non colpevole e sollevato di 58 capi di accusa.
Lo scorso anno i familiari delle vittime hanno ottenuto una vittoria nel procedimento civile che ha visto la condanna al risarcimento danni di 4 uomini (Michael McKevitt, Liam Campbell, Colm Murphy e Seamus Daly) accusati di aver agito in connessione all’attentato.

Traduci l’articolo…
Share


Call for fresh Omagh bomb probe (NewsLetter)
A Westminster committee has declared that “too many questions remain unanswered” regarding the Omagh bomb atrocity.
The Northern Ireland Affairs Committee has called for a new investigation to determine whether the state withheld vital intelligence from detectives seeking the perpetrators of the 1998 blast.
The demand comes following an independent inquiry into a BBC investigative programme which claimed that intelligence services had tapped the mobile phones of those who planted the bomb, prior to the incident.
This imformation was never passed on to the then RUC, according to the programme.
A total of 29 people were killed in the bomb attack on the Co Tyrone town, blamed on dissident republicans.
Committee chairman Sir Patrick Cormack claimed the Omagh families deserve justice.
“Far too many questions remain unanswered,” he said.
“The criminal justice system has failed to bring to justice those responsible for the Omagh bombing. The least that those who were bereaved or injured have the right to expect are answers to those questions.”
In 2007, the only person to stand trial in relation to the atrocity, Jonesborough man Sean Hoey was found not guilty of a total of 58 charges.
Last year, relatives of the bereaved won an unprecedented civil action against four men accused of carrying out the attack in 1998.
The leader of the Real IRA, Michael McKevitt, and three other men – Liam Campbell, Colm Murphy and Seamus Daly – were found liable for the bombing by a judge at Belfast Crown Court. A fifth man, Seamus McKenna, was cleared.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.