ATTIVISTI DELL’ETA ORGANIZZANO PETIZIONE A BELFAST CONTRO L’ESTRADIZIONE

José Ignacio de Juana Chaos, attivista dell’ETA (Euskadi Ta Askatasuna), ha organizzato a Belfast una petizione contro la richiesta di estradizione nei suoi confronti.
Chaos è stato rilasciato dopo 20 anni di carcere per 25 omicidi firmati dal movimento armato indipendentista basco, prima della modifica del codice penale che lo avrebbe costretto in carcere per un periodo superiore, e dopo la liberazione si è recato con la moglie a Belfast.
La Spagna sta ora cercando di ottenerne l’estradizione a fronte di nuove accuse di incitamento al terrorismo a carico di Chaos, dopo la lettura di una sua lettera letta durante una manifestazione nelle sua terra di origine a celebrazione del suo rilascio.
Ora con l’aiuto di Arturo Villanueva, militante Haika, ha organizzato la petizione “Don’t extradite the Basques”  che è stata ufficialmente presentata ieri 10 giugno.
Entrambi gli attivisti sono attualmente liberi su cauzione in attesa che la corte decida sul loro provvedimento di estradizione.
La campagna è volta alla raccolta di firme ‘per chiedere al governo spagnolo  il rispetto dei diritti, civili, politici e dei diritti fondamentali del popolo basco’. Si chiede inoltre che il governo britannico respinga immediatamente la richiesta di estradizione e rifiuti di collaborare a questa persecuzione politica.

ETA activists organise petition in Belfast against extradition (Tipically Spanish)

The ETA activist, José Ignacio de Juana Chaos, has started a campaign to stop his extradition from Belfast to Spain. Chaos was released from prison after serving 20 years for 25 ETA killings before a change in the penal code would have kept him in prison longer here, and went to Belfast with his wife on his release. Spain has been trying to get him extradited back home to face new charges of promoting terrorism following his writing of a letter which was read out at a rally held in Spain to celebrate his release from prison. Now he has organised a petition in Belfast, complete with web page – ‘www.dontextraditethebasques.com’ and he presented the campaign on Wednesday with another Haika militant, Arturo Villanueva. Both the men remain on bail in Belfast while the court there continues to consider their possible extradition. The campaign looks for signatures ‘demanding the Spanish Government to respect human, civil, political and fundamental rights of the Basque people’. It calls for the British government to ‘immediately reject’ the extradition demands and ‘refuse to collaborate in the political persecution’.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.