COMUNICATO DEL R.N.U. SULLA REVISIONE GIUDIZIARIA DI COLIN DUFFY

E’ stato emesso un comunicato stampa dal Republican Network for Unity (RNU), in relazione alla concessione a Colin Duffy della revisione giudiziaria che gli potrà permettere di  convenire con i suoi avvocati senza che le conversazioni vengano ‘origliate’ e registrate.
Danny Mc Brearty, presidente nazionale del RNU, ha dichiarato “Il diritto di un imputato di preparare e presentare una difesa contro un’accusa, di cui potrebbe essere innocente, dovrebbe essere un elemento fondamentale di qualsiasi sistema di giustizia vera e salvaguardato dalle convenzioni europee, nonchè dal diritto britannico, e da quello  della repubblica irlandese. A Colin Duffy è stato negato il diritto di costruire la sua difesa e minata la salvaguardia dei testimoni noti al suo avvocato, senza rivelare i dettagli che potrebbero essere oggetto di uso improprio o scorretto. Il fatto stesso che Colin Duffy debba richiedere un intervento giudiziario per ottenere consultazioni con il suo rappresentante legale, lontanto delle orecchie del RUC-PSNI, è di per sé un atto di accusa al diritto britannico e a coloro che lo impongono e lo fanno rispettatare nelle Sei Contee “.
Danny Mc Brearty ripercorre poi la vita travagliata di Duffy. Dall’attentato a cui scampò nel 1990 in cui perse la vita Sam Marshall, all’operato di Rosemary Nelson, suo avvocato difensore che dimostrò spergiuro, intimidazione dei testimoni, occultamenti di prove da parte delle forze di polizia. Rosemary Nelson venne poi assassinata in un attentato, come probabile ritorsione alla sua attività di difensore di elementi di spicco come Colin Duffy ed altri repubblicani. A distanza di anni non si è ancora fatta luce sulla possibile co-responsabilità dei servizi segreti britannici nel suo omicidio.
Il presidente nazionale del Republican Network of Unity, ha ricordato come il processo a Colin Duffy si sia da subito trasformato in un evento mediatico, segnato dalla detenzione di 13 senza un’accusa (6 furono gli arrestati senza formulazione di accuse nell’ambito del indagini sull’attentato alla base armata di Massereene. Tutti rilasciati dopo aver vinto una causa contro la richiesta di proroga dei termini di detenzione preventiva. Colin Duffy venne immediatamente ri-arrestato)  e dalla presentazione di prove ‘dubbie’ come avvenne durante il processo a Sean Hoey, unico imputato per la strage di Omagh del 1998. Processo conclusosi con il rilascio di Hoey per inattendibilità delle prove.

Comunicato stampa del Republican Network for Unity / Statement from Republican Network for Unity (.pdf)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.