Tag Archives: Cookstown

“LONDONDERRY 1972 NO SURRENDER”. ERETTE BANDIERE DEL REGGIMENTO PARACADUTISTI A COOKSTOWN

Condanna dello Sinn Fein per le bandiere ‘sinistre’ issate nel centro di Coostown, rappresentati il simbolo del Reggimento Paracadutisti del British Army e la scritta ‘provocatoria’ riconducibile alla Bloody Sunday del 1972 Il consigliere dello Sinn Fein  John McNamee ha condannato l’erezione delle bandiere e ha dichiarato che glorificano le uccisioni della Bloody Sunday. Bandiere del Reggimento paracadutisti erano state

Continua a leggere

FUNERALI DI DAVID BLACK. “ERA UN UOMO DEVOTO ALLA PACE”

Bara avvolta nella Union flag, guardia d’onore degli agenti del Northern Ireland Prison Service: si sono svolti oggi a Coockstown i funerali di David Black, il cui omicidio è stato, secondo il capo della Chiesa Presbiteriana Roy Patton, “un attacco all’intera comunità” “Un uomo d’onore e un uomo di pace”: così è stato descritto David Black, a cui “migliaia di

Continua a leggere

FUNERALI DI DAVID BLACK, LA FAMIGLIA RIFIUTA LA PARTECIPAZIONE DI McGUINNESS

La famiglia di David Black ha declinato l’offerta di Martin McGuinness di presenziare ai funerali dell’agente ucciso giovedì scorso Nel pomeriggio, la famiglia aveva reso noto di non volere che alcun membro dello Sinn Féin partecipi alle esequie. La cerimonia funebre si terrà alla Molesworth Presbyterian Church di Cookstown (Co. Tyrone), dove sono attese centinaia di persone tra amici ed ex

Continua a leggere

COLIN DUFFY IN MANETTE PER L’OMICIDIO DEL SECONDINO DI MAGHABERRY

Due arresti per l’omicidio di David Black consumatosi alle 7.30 del 1 novembre sulla M1. Oltre a Colin Duffy, in stato di fermo un altro uomo di 31 anni Il prominente repubblicano Colin Duffy è uno dei due uomini arrestati nelle indagini per l’omicidio di David Black, 52enne di Cookstown freddato ieri sulla M1 mentre si stava recando in servizio

Continua a leggere

INCENDIATA NELLA NOTTE L’AUTO DI McCREA, MLA DEL DUP PER L’AREA DI MID ULSTER

L’incendio, quasi certamente doloso, è divampato nella notte su Tullycall Road a Cookstown (Co. Tyrone), davanti alla casa di Ian McCrea di Elena Chiorino “Chi ha fatto questo non ha alcun riguardo per la vita umana.” Sono le parole scioccate di McCrea, che racconta di essere stato costretto a svegliare i figli e a portarli al sicuro, lasciandoli terrorizzati. “Un’automobile

Continua a leggere

UN SITO INTERNET DI STORMONT MINACCIA “L’INCOLUMITA'” DI COLLABORATORI CIVILI

Il Dipartimento delle Finanze ha disposto la rimozione di dati sensibili relativi a collaboratori civili dal sito web Central Procurement Directorate Una ‘leggerezza’ avrebbe potuto mettere a rischio la vita di collaboratori civili da sempre obiettivo d’eccezione dei gruppi paramilitari all’epoca dei Troubles. Basti ricordare gli otto civili protestanti che prestavano servizio presso la base armata di Omagh nel 1992,

Continua a leggere

UNA ‘RENNA REPUBBLICANA’ INFIAMMA GLI ANIMI DEI PROTESTANTI

Scalpore tra la comunità protestante per il tricolore irlandese esibito dagli aiutanti di Babbo Natale e dalla renna ‘Rudolph’ nel corso della cerimonia di accensione delle luminarie natalizie a Cookstown E’ incredulo Patsy McGlone (SDLP) dopo le esternazioni di Ian McCrea sul tricolore irlandese. “Io non so come possa essersi offeso, e non posso credere che Ian McCrea abbia avuto

Continua a leggere

ARMI A BORDO DI UN’AUTO. ARRESTATI 4 DISSIDENTI

Operazione della PSNI a Cookstown, sequestrate armi e munizioni L’operazione congiunta tra Garda e PSNI sta dando i suoi frutti. Dopo i ‘significativi’ ritrovamenti di armi, munizioni, materiale esplosivo e componenti di ordigni, si registra un successo della PSNI a Cookstown. La scorsa notte è stata fermata un’auto a bordo della quale sono stati rivenuti un’arma da fuoco e quantitativo

Continua a leggere

TERZA ‘BOOBY TRAP BOMB’ IN 6 GIORNI

A Cookstown (Tyrone), a sette giorni da quella di Bangor, un’altra “booby trap bomb” è stata posizionata sotto l’auto di un residente. Il destinatario dell’attacco e proprietario dell’auto è un ex ufficiale di polizia e lavora attualmente come guardia alla locale stazione della PSNI. E’ il terzo attacco della stessa matrice in una settimana contro le forze dell’ordine. Lo scorso

Continua a leggere