NEGATA CAUZIONE A SUPERTESTIMONE MINACCIATO DAI LEALISTI

Un testimone chiave nell’omicidio settario di Kevin McDaid aveva chiesto la libertà su cauzione per poter uscire dal carcere di Maghaberry, dove sostiene di essere oggetto di minacce da parte dei prigionieri lealisti

Peter Neill, nipote di Kevin McDaid, è detenuto a Maghaberry in attesa di giudizio per reati connessi alla droga.

Il 45enne di Coleraine, è anche testimone chiave nella causa contro un gruppo di lealisti imputati dell’omicidio di Kevin McDaid, risalente al maggio 2009.

L’uomo, padre di quattro figli, era stato malmenato da una folla di lealisti a pochi metri dalla sua casa nell’area di Heights a Coleraine.

Il giudice Treacy ha rifiutato la cauzione e ha respinto la richiesta di Peter Neill di poter beneficiare dell’anonimato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.