LE ‘PROMESSE’ DELL’ACCORDO DI ST. ANDREWS DEVONO ESSERE MANTENUTE

Il Primo Ministro Peter Robinson ricorda che l’Accordo di St. Andrews dovrebbe garantire all’Irlanda del Nord lo status speciale nel quadro dei tagli di bilancio

Tagli necessari, ma rispettando le ‘promesse’ contenute nell’Accordo di St. Andrews. Peter Robinson, Primo Ministro nordirlandese, ricorda che l’Irlanda del Nord dovrebbe beneficiare dello status speciale in materia di tagli di bilancio. Tagli per 2 miliardi di sterline fino al 25% della sua spesa totale.
Ma Owen Patterson, Segretario di Stato del Nord Irlanda, sottolinea come le cose siano cambiate dalla firma dell’accordo. “Bisogna chiedersi se Gordon Brown abbia fatto una promessa che non poteva mantenere – Gordon Brown ci ha messo in questo pasticcio sia come cancelliere, che come Primo Ministro (inglese, ndr)”.
“Ha combattuto una campagna elettorale promettendo tagli per circa £ 44 miliardi, quindi penso che ci sia da chiedersi se il partito laburista, nel caso fosse ora al potere, avrebbe potuto onorare molti di questi suoi vecchi impegni”, , ha dichiarato Patterson. E Peter Robinson aggiunge: “Se riusciamo ad ottenere meno soldi, avremo a che fare con meno soldi, ma questo non deve impedirci di dire: ‘Guarda, hai fatto un accordo, questo va al di là della formula Barnett‘ (La formula Barnett è un meccanismo utilizzato dall’Her Majesty’s Treasury nel Regno Unito per regolare automaticamente l’ammontare della spesa pubblica destinata all’Irlanda del Nord,  alla Scozia e al Galles, per riflettere i cambiamenti nei livelli di spesa assegnati ai servizi pubblici in Inghilterra, Inghilterra e Galles o Gran Bretagna, a seconda dei casi – wikipedia).
“Questo è uno dei settori in cui il governo dovrebbe sostenere le disposizioni che sono state stabilite”.
Il cancelliere George Osborne annuncerà il prossimo 20 ottobre i dettagli della sua Comprehensive Spending Review .

Traduci l’articolo…


St Andrew’s Agreement pledges ‘need to be honoured’ (BBC News Northern Ireland)

The St Andrew’s Agreement should guarantee special status for Northern Ireland in the spending review, First Minister Peter Robinson has said.
It is expected to lead to a cut of up to £2bn in the Northern Ireland budget, up to 25% of its total expenditure.
Mr Robinson said cuts were inevitable but the government must honour the 2006 international agreement.
However, Northern Ireland Secretary Owen Paterson said circumstances had changed since the agreement was signed.
‘Old commitments’
“You have to question whether Gordon Brown made a promise he couldn’t keep – Gordon Brown got us into this mess as chancellor and prime minister,” he said.
“He fought an election campaign himself promising cuts of about £44bn, so I think you do have to question whether the Labour Party, if it was in power now, could honour many of these old commitments.”
Mr Robinson said: “If we get less money, we have to deal with less money, but it shouldn’t stop us from saying, ‘look, you did a deal; this goes beyond the Barnett formula’.
“This is one of the areas where the government should be upholding the arrangements that were made.
“It’s interesting that the Republic of Ireland stood by the element of the financial package that was their responsibility.”
Chancellor George Osborne will announce the details of his Comprehensive Spending Review on 20 October.
The St Andrew’s Agreement paved the way for the return of power-sharing to Stormont the following year in May 2007, when former enemies Ian Paisley and Martin McGuinness became Northern Ireland’s first and deputy first ministers.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.