DI MATRICE SETTARIA L’AGGUATO AD ANTRIM

Le vittime dell’agguato presso la propria abitazione di Antrim, hanno la convinzione che si sia trattato di una ritorsione settaria

Sono una donna di 50 anni e il figlio ventenne, le vittime scampate ai colpi di arma da fuoco sparati attraverso la finestra della camera da letto al primo piano, sul retro della casa situata nell’area di Caulside Park ad Antrim.
La donna in evidente stato di shock ha affermato che la famiglia vive in quella zona ‘mista’ da 20 anni circa. E’ convinta che si sia trattato di un atto di violenza settaria in quanto di famiglia cattolica. Famiglia che ha espresso la propria intenzione di emigrare da quell’area.
Con una telefonata alla redazione di U TV un portavoce, che si è dichiarato membro del Real UFF, ha rivendicato l’attentato.
Ken Wilkinson, rappresentante del Progressive Unionist Party (PUP), ha detto di conoscere la famiglia da 20 anni e di essere stato nel passato un suo vicino di casa.
“Questa famiglia non ha offeso nessuno, non sono politicamente coinvolti in alcun modo e penso che sianosolo un obiettivo per le persone che vivono ancora nei giorni bui e non hanno nulla da offrire questa comunità”.
Wilkinson ha aggiunto: “Se questo è ciò che hanno da offrire alla comunità – Dio ci aiuti”.

Vodpod videos no longer available.

Traduci l’articolo…
Share


Antrim gun attack ‘sectarian’ (U TV)

A mother and son who escaped injury in a shooting at their Antrim home have said they believe they were the victims of a sectarian attack.
Officers were alerted at about 11.10pm on Friday after the attack on the property in Caulside Park.
A shotgun blast shattered an upstairs bedroom window at the back of the house.
A woman in her 50s and her 20-year-old son were inside at the time.
They were not injured, but were left badly shaken by the ordeal.
The woman told UTV her family has lived in the house, in the mixed estate, for more than 20 years.
She said she believes they were targeted because they are Catholic and now wants to move.
A loyalist splinter group calling themselves the Real UFF telephoned the UTV newsroom overnight to admit they were behind the attack.
PUP spokesman for the area, Ken Wilkinson, has condemned the attack..
“I have known this family for over 20 odd years – I’ve lived beside them in the past,” he said.
“This family haven’t offended anyone, aren’t politically minded in any way and I think they’re just a soft target for people who are still living in the dark days and have nothing to offer this community.”
Mr Wilkinson added: “If this is what they have to offer the community – God help us.”
Investigating detectives have said a motive has yet to be established.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.