IL FILM ‘HUNGER’ RIACCENDE L’INTERESSE SUGLI HUNGER STRIKERS

Circa 200 persone si sono riunite a Conway Mill venerdì sera per una discussione sugli eventi storici dello sciopero della fame del 1981(Irish Hunger Strike 1981).
Eirigi ha organizzato per il mese di novembre una serie di riunioni pubbliche in tutta l’Irlanda sull’onda del rinnovato interesse popolare sugli eventi che sono l’oggetto del film Hunger (regia di Steve McQueen, Michael Fassbender protagonista) vincitore del primo Camera d’Or al Festival Internazionale del Cinema di Cannes dove è stato presentato in anteprima mondiale.
Il pubblico ha ascoltato i racconti e le esperienze personali da tre uomini che hanno svolto dei ruoli chiave nell’ottenimento dello status di prigioniero politco per i detenuti negli H-Blocks e Armagh.
Jake Mac Siacais ha partecipato alle Blanket e No-Wash protest. Essendo stato compagno di cella e caro amico di Bobby Sands, Jake ha una comprensione unica non solo nello sciopero della fame 1981 ma anche dei periodi precedenti e seguenti l’hunger strike.
Fergus Ó hÍr era un membro prominente del Relatives’ Action Committee (comitato di azione dei familiari) e un membro fondatore del National H-Block Armagh Committee. Una volta membro della People’s Democracy, Fergus fu eletto al Consiglio della città di Belfast mentre sosteneva i prigionieri degli H-Block e Armagh.
Bernard Fox ha partecipato sia alle Blanket che alla No-Wash protest prima di partecipare allo sciopero della fame 1981. Bernard ha scioperato per 32 giorni prima che complicazioni mediche lo inducessero a concludere prematuramente la sua protesta.
Parlando dopo la riunione dello scorso venerdì, Seán Mac Brádaigh,portavoce di éirigí, ha detto: “Stasera, i repubblicani di tutte le generazioni si sono riuniti per una discussione emotiva sugli eventi di 1981 che scosso sia l’Irlanda che il mondo.”
“La presenza stasera è la prova dell’interesse riacceso su questo periodo della storia irlandese recente.”
“Il film “Hunger” sta introducendo una nuova generazione alle proteste nelle prigioni ed agli eventi le cui onde d’urto legate alla morte di decine di uomini, hanno attraversato il mondo”
“Queste discussioni stanno dando alla giovane generazione l’occasione di ascoltare i racconti di chi ha vissuto quegli eventi in prima persona di quello che è successo sia nelle prigioni che nelle strade.”
Seán ha ringraziato le persone che hanno parlato per aver condiviso le loro esperienze personali.
“Inoltre vorrei lodare tutto coloro che ha assistito a questa sera,” ha detto.
“È importante che ci ricordiamo ed impariamo dal sacrificio di chi è morto durante lo sciopero della fame e continuiamo a discutere e a dibattere gli eventi che hanno cambiato il corso della nostra storia.” ha aggiunto.

(Un ringraziamento allo staff di Irlanda Forum, per l’aiuto nella traduzione)

Film reignites interest in hunger strike
Around 200 people gathered in Conway Mill on Friday night for a discussion on the historic events of the 1981 hunger strike.
The republican group éirigí have organised a series of public meetings across Ireland throughout November to coincide with the renewed popular interest in the events of this period in Irish history created by the release of the film Hunger.
The audience listened to personal accounts and experiences from three men who played key roles in securing political status for the prisoners in the H-Blocks and Armagh.
West Belfast man Jake Mac Siacais took part in both the blanket and no-wash protests.  As a former cellmate and close friend of Bobby Sands, Jake had a unique insight into not only the 1981 hunger strike but also the period before and following.
Fergus Ó hÍr was a prominent member of the Relatives’ Action Committee and a founding member of the National H-Block Armagh Committee. A one-time member of People’s Democracy, Fergus went on to be elected to Belfast City Council whilst standing in support of the prisoners of the H-Blocks and Armagh.
Bernard Fox took part in both the blanket and no-wash  protests before joining the 1981 hunger strike.  Bernard remained on hunger strike for 32 days before premature medical complications caused his protest to be ended.
Speaking after Friday’s very successful even, éirigí spokesperson Seán Mac Brádaigh said: “Tonight, republicans from all generations gathered for what was an emotional and inspiring discussion on the events in 1981 that shook both Ireland and the world.
“The attendance tonight is testament to the reignited interest in this period of recent Irish history.
“The film Hunger is introducing a new generation to the prison struggle and to the events that sent shockwaves across the world with the deaths of ten men.
“These discussions are giving that generation the opportunity to hear first-hand accounts of what was going on both in the jails and on the streets.”
Seán thanked the speakers for sharing their personal experiences.
“I would also like to commend all those who attended this evening,” he said.
“It is important that we remember and learn from the sacrifice of the hunger strikers and continue to discuss and debate events that changed the course of our history.” he added.

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.