MARIAN PRICE NEGA TUTTE LE ACCUSE

Nuovamente in tribunale, Marian Price rinnova la professione di innocenza per le due accuse che la legherebbero alle attività dei dissidenti Repubblicani

Non colpevole di aver procurato un telefono cellulare “a scopi terroristici” (l’attentato di Massereene), non colpevole di aver organizzato un evento “in supporto di un’organizzazione proscritta” (Easter Rising 2011): lo ripete Marian Price, questa volta presente in tribunale dopo tante udienze saltate a causa della sua precaria salute.

Il giudice ha deciso che la prima accusa ad essere affrontata, il 21 novembre, sarà quella del telefono cellulare, che legherebbe la leader Repubblicana all’attentato di Massereene (marzo 2009).

Ha poi confermato la libertà condizionata, specificando però che le attuali condizioni – che vietano ai media di riprendere la sua immagine – potrebbero variare a processo iniziato.

Tenendo conto dell’attuale grave situazione clinica di Marian Price, il giudice ha inoltre stabilito che le udienze occuperanno solo mezze giornate e saranno intervallate da pause regolari.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...