STOP AND SEARCH “ILLEGALI”: IN DUE VINCONO LA CAUSA E CHIEDONO I DANNI

Bernard Fox – ex hungestriker – e Marvin Canning – membro del 32csm e cognato di Martin McGuinness – hanno vinto le cause intentate contro la PSNI per l’abuso del potere dello stop and search

Nonostante i legali della polizia abbiano affermato che “il potere dello stop and search non è usato a caso, ma sulla base di minacce reali”, i giudici in appello hanno decretato che l’applicazione della Section 21 non sia determinata da un codice preciso.

Questo implica l’assenza di garanzie che il potere garantito dalla Section 21 non venga esercitato con arbitrarietà, e che non si verifichino abusi.

“Finché non verrà introdotto un codice che regolamenti la Section 21, l’esercizio di tale potere non è conforme alla legge”, è stato il verdetto.

Una nuova udienza deciderà l’entità del risarcimento chiesto da Fox e Canning alla PSNI.

Entrambi hanno negato ogni accusa di coinvolgimento in “attività terroristiche”: “Il 32csm non è un’organizzazione illegale”, ha puntualizzato Marvin Canning.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...