FRAZER IN ARRESTO, BRYSON RICERCATO: “NON HO COMMESSO ALCUN CRIMINE”

Jamie Bryson, ricercato da oggi dalla PSNI in relazione alle violente flag protests, ha dichiarato: “Non ho alcuna intenzione di consegnarmi, le flag protests non sono un crimine”

“Questa è polizia politica”: è arrivato a quest’accusa il 22enne portavoce dell’UPF, che la PSNI sta cercando per sottoporlo ad un interrogatorio sulle flag protests che continuano dal 3 dicembre.

Questa mattina, la sua abitazione e quella di Willie Frazer sono state perquisite; Frazer è stato arrestato e resta in custodia. Poi, la polizia ha sequestrato l’auto di Bryson e perquisito altri tre uffici con i quali ha legami, come ha raccontato il commerciante Mark Gordon, che lavora a Kilcooley: “Gli agenti ci hanno chiesto, educatamente, se potessero dare un’occhiata agli uffici per assicurarsi che nessuno vi si stesse nascondendo, e siamo stati più che felici di collaborare”.

Byrson, in un’intervista a UTV, non ha ceduto: “La polizia sta cercando di arrestare me e Willie perché è stato Gerry Kelly a chiederlo. Lo ha detto su Twitter“.

Ma la PSNI ha negato che sia stato emesso alcun mandato d’arresto, “e in ogni caso non in relazione all’Operation Dulcet (l’indagine sulle flag protests, ndr)”, ha precisato un portavoce.

Articoli Correlati

Annunci

Un pensiero su “FRAZER IN ARRESTO, BRYSON RICERCATO: “NON HO COMMESSO ALCUN CRIMINE”

  1. Pingback: MARCHING SEASON. BAGGOTT: “IL PUBLIC PROCESSIONS ACT VA RIVISTO” | The Five Demands

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...