BOSTON. IL GANGSTER SUPER RICERCATO E L’IRA

Durante i 16 anni di latitanza, James ‘Whitey’ Bulger è stato uno dei ricercati in cima alla lista dell’FBI: ora che è in carcere con l’accusa di 11 omicidi sul capo, BBC News scava nel suo passato e nei presunti legami con l’IRA

Gli piaceva essere considerato un patriota irlandese: che James ‘Whitey’ Bulger simpatizzasse per i Repubblicani, d’altronde, non era certo un segreto.

Proprio nel quartiere a sud di Boston – oggi chiamato Southie – che era la sua base, negli anni dei Troubles non era insolito che alcuni pub raccogliessero fondi per le famiglie dei POWs Repubblicani; non è probabilmente una coincidenza che una delle sue vittime, John McIntyre, sia morta dopo aver informato la polizia di un piano di trasferimento di armi dalla gang americana di Bulger all’IRA.

Nel settembre 1984, un peschereccio, il Valhalla, salpò dal porto di Gloucester, nel Massachusetts. Col suo carico di carburante, esche, ghiaccio e armi, fu stato sequestrato due settimane più tardi da agenti doganali statunitensi mentre rientrava a Boston.

Durante il suo viaggio, il Valhalla si era incontrato con un peschereccio irlandese, il Marita Ann, e tonnellate di esplosivi e armi erano state trasferite.

Il Marita Ann aveva poi concluso la sua impresa al largo della costa della Contea di Kerry, dove due navi militari irlandesi l’avevano fermato, sequestrando tutte le armi e arrestando l’equipaggio (che comprendeva un futuro rappresentante dello Sinn Féin nel Parlamento irlandese, Martin Ferris).

A tradire il piano era stato un informatore nella Repubblica d’Irlanda, Sean O’Callaghan, ex membro dell’IRA.

Uno dei membri dell’equipaggio del Valhalla era proprio il pescatore John McIntyre, che avrebbe raccontato del traffico d’armi alle autorità statunitensi qualche giorno dopo, quando fu fermato per guida in stato di ebbrezza.

Tradito da un membro corrotto dell’FBI, John Connolly, che rivelò tutto a Bulger, McIntyre fu rapito, torturato e ucciso dalla gang del “Repubblicano” di Boston. Il suo corpo è stato ritrovato solo sedidi anni dopo.

Bulger aveva tanto sottolineato i suoi sentimenti nei confronti della lotta per la libertà dell’Irlanda – legame che riteneva gli conferisse “legittimità” – che si raccontò perfino che fosse stato avvistato in Irlanda durante i suoi sedidi anni di latitanza, e che proprio l’IRA lo stesse aiutando a nascondersi.

La verità, in realtà, era molto più semplice: secondo quanto scoperto, per almeno quattordici anni visse quasi alla luce del sole, nascosto in un appartamento in California.

Annunci

Un pensiero su “BOSTON. IL GANGSTER SUPER RICERCATO E L’IRA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...