YOUTUBE AMMESSO COME PROVA NEL PROCESSO CONTRO UN PRESUNTO DISSIDENTE

Il giudice ha dichiarato ammissibile l’utilizzo di 2 video tratti da youtube quale prova di appartenenza di Aidan Quinn al Continuity IRA

Aidan Quinn, 24 anni, si è dichiarato non colpevole dell’accusa di un suo coinvolgimento nella parata di Pasqua di Edendork – Dungannon, marzo 2008  – durante la quale 2 uomini mascherati che avevano dichiarato la loro appartenenza alla Continuity IRA, avevano letto una dichiarazione e sparato 2 colpi di arma da fuoco in aria.
Lord Chief Justice Declan Sir Morgan ha ordinato che un nuovo processo abbia luogo presso la Crown Court, cancellando così la precedente decisione di un giudice che aveva stabilito l’inammissibilità di video pubblicati su youtube, quali prova processuale.
L’accusa sostiene che l’uomo visto in piedi accanto agli uomini mascherati era Aidan Quinn.
L’uomo ritratto nell’immagine teneva un documento in mano e reggeva un microfono all’uomo mascherato che stava proclamando la dichiarazione.
Aidan Quinn, di Aghafad Road, Pomeroy, fu arrestato il 9 giugno 2009. Interrogato più volte in presenza dei suoi avvocati, il giovane aveva ammesso di essere presente alla commemorazione in qualità di membro del Republican Sinn Fein.
Nel corso di 2 interrogatori l’avvocato difensore ha sostenuto che l’utilizzo dei video pubblicati su youtube non potrebbero servire ad altro che dimostrare che Aidan Quinn era presente alla commemorazione, come da lui stesso confermato. L’imputato ha reagito con il silenzio alle asserzione della difesa. Un silenzio interpretato dal giudice come un ‘nulla da obiettare’ all’utilizzo dei video.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.