IRLANDA DEL NORD, UN CONFLITTO DIMENTICATO

Il 12 dicembre 2009 alle ore 21.30 presso Archivio 68 di Firenze, si terrà un evento dal titolo ‘Irlanda del Nord, un conflitto dimenticato’.

L’incontro vedrà la partecipazione di:

  • Riccardo Michelucci il quale presenterà il suo libro di recente pubblicazione, “Storia del Conflitto Anglo-Irlandese”
  • Sara Parmigiani, in qualità di autrice e redattrice di “The Five Demands”
  • Giulia Caruso, giornalista
  • Massimiliano Vitelli, portavoce del Republican Sinn Fein – Italia

Irlanda del Nord, un conflitto dimenticato (scarica il volantino in formato .pdf)

Resoconti e Ringraziamenti

The Five Demands coglie l’occasione quest’oggi per ringraziare i partecipanti al meeting “Irlanda del Nord, un conflitto dimenticato” che si è tenuto sabato 12 dicembre presso l’Archivio 68 di Firenze.

L’incontro organizzato dal Partito Comunista dei Lavoratori di Firenze, ha visto come preannunciato la partecipazione (in ordine di intervento) di:

  • Riccardo Michelucci che ha presentato il suo libro di recente uscita ‘Storia del Conflitto Anglo-Irlandese’ (di cui vi ricordo la presentazione presso il Parlamento Europeo – Uff. per l’Italia) ripercorrendo storicamente gli eventi e le azioni che hanno caratterizzato il dominio inglese in Irlanda
  • Giulia Caruso, giornalista, che per ragioni di salute non ha potuto terminare il proprio intervento incentrato su di un excursus storico del conflitto nordirlandese
  • Sara Parmigiani, in qualità di autrice e redattrice di ‘The Five Demands‘, che oltre a presentare il proprio blog quale risorsa di notizie dall’Irlanda del Nord in Italia, ha portato all’attenzione dei presenti l’attuale situazione dei prigionieri politici repubblicani irlandesi, dando particolare risalto al caso di Colin Duffy, attualmente agli arresti nel carcere di Maghaberry per l’attentato alla base armata di Massereene del 7 marzo scorso. Nell’occasione è stata data lettura di una dichiarazione firmata da Caitrìona Duffy (scarica lo ‘statement’ in formato .pdf), figlia di Colin Duffy, che si sta battendo da mesi per il rilascio del padre, e di un comunicato proveniente dall’Irish Freedom Committee (scarica lo ‘statement’ in formato .pdf), organizzazione statunitense contraria al Good Friday Agreement siglato nel 1998 e a sostegno dei pows e delle loro famiglie.
  • Massimiliano Vitelli, portavoce in Italia del Republican Sinn Fein, che oltre a delineare il programma del partito repubblicano, ha dato lettura di una dichiarazione firmata del neo eletto presidente del RSF, Des Dalton.

Un ringraziamento particolare è rivolto a Simone Faini, quale rappresentante del PCL sezione di Firenze, che ha voluto questo incontro; a Friends of Colin Duffy (un grazie soprattutto a Caitrìona Duffy) e all’Irish Freedom Committee per la gentile collaborazione.
The Five Demands si augura future collaborazioni con i presenti, volte a portare sempre più la situazione nordirlandese a conoscenza degli italiani.
A breve la pubblicazione di fotografie scattate in occasione del meeting.

Photogallery di Folco Salani

About these ads

5 pensieri su “IRLANDA DEL NORD, UN CONFLITTO DIMENTICATO”

  1. Complimenti! Purtroppo non potrò partecipare ma è come se fossi là! Giovedì sono stato ad un incontro con Silvia Calamati sul libro “Qui Belfast”, nella sede dei Red and Anarchist Skin Heads a San Lorenzo, il quartiere ‘rosso’ di Roma

    1. Ciao e grazie dei complimenti.
      Se ti va di parlarci dell’incontro a cui hai partecipato, troverai posto più che volentieri tra queste pagine ;-)
      Fammi sapere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

About these ads
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: