STRAGE DEL MCGURK’S BAR. I FAMILIARI INTENTANO AZIONE LEGALE CONTRO IL CAPO DELLA PSNI

Aveva deciso di non ordinare un’indagine indipendente sulla strage: per questo i familiari delle 15 vittime della bomba lealista al McGurk’s Bar (dicembre 1971) intendono portare in tribunale il capo della PSNI

Fu l’UVF a ordire l’attacco, ma al tempo le forze di sicurezza incolparono l’IRA.

La decisione di iniziare un procedimento giudiziario è stata presa dai familiari dopo la scoperta di nuove prove.

In un comunicato, annunciano la decisione, incolpando George Hamilton, lo Chief Constable della PSNI, di aver rifiutato di aprire una nuova inchiesta e di non aver interrogato l’ex ufficiale dell’esercito Sir Frank Kitson.

L’ex comandante delle forze di terra del Regno Unito era il brigadiere responsabile delle unità di soldati a Belfast nel periodo che comprende l’attacco.

Le famiglie dichiarano che le nuove scoperte puntano verso un insabbiamento portato avanti dall’ex ufficiale e dal RUC.

Ciarán MacAirt, nipote di due delle vittime, ha scoperto in un lungo registro una voce datata 5 dicembre 1971 – il giorno dopo l’attentato – che affermava che la bomba doveva essere attribuita alla Provisional IRA.

“La polizia ha continuato ad insabbiare ciò che è successo al McGurk’s Bar, ma ora ne abbiamo una maggiore comprensione.

“Alcuni documenti militari britannici segreti ci conducono a credere che il Generale Kitson e il RUC fossero collusi per incasellare mia nonna e le altre vittime della strage.

“Abbiamo le prove nero su bianco ma il Chief Constable rifiuta di agire”, ha spiegato.

“Gli Chief Cinstables fino ad oggi ci hanno negato e ritardato il nostro diritto, che è un basilare diritto umano, ad un’indagine indipendente, e alcuni dei familiari sono morti senza aver avuto verità e giustizia.

“George Hamilton potrà anche essere sul punto di appendere il cappello al chiodo e lasciare la PSNI, ma noi lo sfidiamo prima che questo accada per le violazioni dei diritti umani che le nostre famiglie subiscono dal RUC/PSNI”, ha aggiunto.

“Questa sarà la sua eredità per noi e centinaia di altre famiglie come noi”.

Niall O Murchu, di Kinnear & Co Solicitors, che rappresenta alcune delle famiglie delle vittime, ha dichiarato: “Sono due generazioni che lo Chief Constable porta avanti un insabbiamento. Ora sappiamo perché.

“Queste nuove prove dimostrano che Frank Kitson, il comandante delle forze armate britanniche più tristemente famoso, e il RUC sono coinvolti in collusione e disseminarono bugie sulla strage.

“Come i suoi predecessori”, ha concluso, “lo Chief Constable nega alle famiglie delle vittime della bomba al McGurk’s Bar un’inchiesta indipendente, che rispetti l’articolo 2 e che esamini il coinvolgimento delle forze armate britanniche e del RUC nella strage, perciò abbiamo iniziato un procedimento giudiziario per assicurarci che alle famiglie venga concesso questo basilare diritto”.

Tratto da Belfast Telegraph

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.