LA NEW IRA AMMETTE L’UCCISIONE DI LYRA McKEE

In un comunicato all’Irish News,  identificatasi con codice conosciuto, la New IRA ha ammesso la responsabilità nella morte della giornalista Lyra McKee

Nello statement si legge:

“Giovedì sera, a seguito di un’incursione a Creggan da parte delle forze della corona britannica pesantemente armate che hanno provocato disordini, l’IRA ha schierato i nostri volontari per impegnarsi”.

“Abbiamo incaricato i nostri volontari di prestare la massima cura in futuro quando ingaggiano il nemico e mettano in atto misure per garantire questo”.

“Nel corso dell’attacco al nemico, Lyra McKee è stata tragicamente uccisa mentre era in piedi accanto alle forze nemiche.”

“L’IRA offre le nostre scuse piene e sincere al partner, alla famiglia e agli amici di Lyra McKee per la sua morte”.

La giornalista Lyra McKee, 29 anni, è stata colpita a morte da un proiettile sparato durante un riot esploso nella serata di giovedì 18 aprile a Creggan, in reazione ad una massiccia operazione di sicurezza della PSNI.

Il segretario di stato per l’Irlanda del Nord ha condannato l’omicidio di Lyra McKee intervenendo alla House of Commons.
Karen Bradley ha dichiarato che non c’è nulla che possa giustificare questo “atto omicida”.
“Ai responsabili di questo atto di terrorismo, diciamo: ‘Abbiamo ascoltato le vostre scuse e le vostre vane scuse, non comprano nessuno, non è stato un incidente”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.