LA MORTE DI LYRA McKEE. “QUELLA NOTTE E’ STATO L’INIZIO DELLA LORO FINE”

I titoli sensazionalistici si sono sprecati in queste ore, sulle testate giornalistiche di tutto il mondo, millatando come azione terroristica quella che ha portato alla morte della giovane giornalista Lyra Mckee

Un’immane tragedia che si ha la sensazione, almeno per chi Vi scrive, sia uscita fuori dal controllo anche del movimento repubblicano che, suo malgrado, potrebbe vedersi costretto a gestire la traiettora incontrollata di un boomerang.

A questo proposito quì di seguito viene riportata la trascrizione, tradotta da Elena Chiorino, della dichiarazione anonima di un socialista repubblicano. Quello che dai più verrebbe definito un dissidente, come sottolinea Angela Nelson nel suo profilo Facebook.

“L’omicidio di Lyra McKee è stata un’orribile tragedia ed era del tutto evitabile. E’ chiaro, per me, che il killer e coloro che lo circondavano non hanno disciplina, addestramento, professionalità e buon senso.
I riots in Irlanda e, a dire il vero in tutto il mondo, hanno sempre avuto molti spettatori. In un’area residenziale persone innocenti si trovano di fronte, dietro e di fianco al riot in corso. L’area era buia e piena di fumo. È una questione di buon senso non mettersi a sparare proiettili in quella situazione, è un’azione folle e da incoscienti.
Se hai un addestramento basilare all’uso delle armi da fuoco sai che una pistola non è un mezzo preciso nella media e lunga distanza. Le pistole sono armi per la distanza ravvicinata. In più, chiunque rischi una lunga sentenza per danneggiamento di un’auto o una jeep manca di intelligenza elementare.
L’unica cosa che è stata ottenuta l’altra sera è che nessuno sarà più interessato a qualunque alternativa proposta dal gruppo responsabile. Quella notte è stata l’inizio della loro fine.
Gli spari, che si sono sentiti in tutto il mondo, hanno spezzato la vita di una giovane della nostra comunità che era una fonte di ispirazione, che aveva lottato personalmente e vinto le sue battaglie personali per portare avanti campagne per i diritti di altri. La sua passione e il suo amore l’hanno portata per le strade di Derry quella notte e sarà ricordata a lungo. La sua morte non è giustificabile”.

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.