ADAMS A VARADKAR: “TENGA TESTA AGLI INGLESI” SULLA RIUNIFICAZIONE

Prende la parola Gerry Adams, ex presidente dello Sinn Féin, in un accorato appello al Taoiseach: “Resista agli inglesi sulla possibilità di una riunificazione”

Dalla cattedra del St. Mary University College di Belfast – dove annualmente tiene una conferenza quale parte degli eventi pianificati in occasione dell’anniversario dell’assassinio Pat FinucaneGerry Adams ha spaziato su vari temi, fra cui il matrimonio egualitario e il diritto all’aborto, non esimendosi dal commentare la Brexit e un’eventuale futura riunificazione dell’isola d’Irlanda.

“Non credo che il Nord dell’Irlanda avrà mai una vera carta dei diritti finché non avremo il controllo dei nostri affari di Stato, liberi da qualunque coinvolgimento britannico”, ha iniziato, rivolgendosi ad una nutrita folla.

Il Good Friday Agreement è, secondo Adams, “una via democratica e pacifica verso la riunificazione dell’Irlanda” e ritiene che “il processo dovrebbe essere accelerato”.

Da qui l’appello al Taoiseach Leo Varadkar a “tenere testa agli inglesi” e schierarsi con il Good Friday Agreement “in ogni sua parte”. Ha poi chiesto che venga aperto un dibattito “informato ed inclusivo” sull’unità dell’Irlanda in un forum dedicato, poiché “serve che [il Taoiseach] abbia una visione coerente dell’intera isola e obiettivi che si applichino all’intera isola, se vuole tener fede al Good Friday Agreement“, ha aggiunto.

“Molti criticano la Brexit, ma nessuno nel Parlamento Europeo direbbe mai agli inglesi che non possono andarsene, scavalcando il Parlamento britannico”, ha dichiarato, “ma quando il popolo d’Irlanda votò per lasciare l’impero britannico ed elesse il primo Dáil, cent’anni fa, il governo britannico fece proprio questo. Londra disse ‘no, non potete andarvene’ e soppresse il Dáil”.

“Imparate dalla storia”, è il suo appello al governo irlandese. “Il governo britannico non ha amici, ha solo interessi, ed ha sempre agito in favore dei propri”.

“Inoltre”, ha proseguito, “il governo irlandese ha la responsabilità e l’obbligo costituzionale di promuovere l’obiettivo della riunificazione, e di lavorare per raggiungerlo tramite il dialogo democratico e i negoziati”.

Un altro punto focale del suo discorso è stata la preoccupazione riguardo ai diritti che avranno i cittadini irlandesi che vivono al Nord dopo la Brexit.

Il Republic of Ireland’s Committee on the Administration of Justice ha già avvertito che i cittadini irlandesi al Nord potrebbero finire ad essere “cittadini di serie B”, dopo la Brexit.

“Leo Varadkar, in passato, si è fatto garante dei diritti di queste persone e deve mantenere le sue promesse”, ha dichiarato Adams, “perché molti, dopo la pubblicazione del Withdrawal Agreement a novembre, nel quale non c’era menzione di questo problema, sono convinti che non siano state mantenute”.

Adams ha concluso rendendo omaggio a Pat Finucane, avvocato difensore dei diritti umani dei prigionieri, assassinato per mano lealista, di fronte a moglie e figli, il 12 febbraio 1989.

Notizia tratta da Belfast Telegraph

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.