IN CALO IL SUPPORTO DEI CATTOLICI ALLA RIUNIFICAZIONE DELL’IRLANDA?

Ad insinuare il dubbio è il “Life and Times Survey”, un sondaggio pubblicato ieri dal Belfast Telegraph, secondo il quale la maggioranza dei Cattolici vorrebbe che il Nord Irlanda rimanesse a far parte del Regno Unito.

di Elena Chiorino

Il sondaggio è stato portato avanti fra Ottobre e Dicembre da Ark, secondo un progetto congiunto della Queen’s University e della University of Ulster, e i dati sembrano parlare chiaro: insieme al 90% dei Protestanti, il 52% dei Cattolici che hanno risposto non vorrebbe la riunificazione, contro un misero 33% di Cattolici a favore di un’Irlanda unita.
Nel 1998, per contro, lo stesso sondaggio rivelò che solo il 19% dei Cattolici avrebbe voluto rimanere nel Regno Unito, mentre il 49% sosteneva la riunificazione.
Svariate spiegazioni e motivazioni dell’apparente calo di supporto alla riunificazione sono state fornite da politici e commentatori, prima fra tutte la crisi economica che ha scosso la Repubblica d’Irlanda, quando invece il Nord Irlanda è sorretto da una stabilità politica continuativa.
Appassionate e nettamente contrastanti, invece, le opinioni che i lettori Cattolici del Belfast Telegraph si sono affrettati ad inviare sul sito.
“I sondaggi sono inutili” scrive uno di loro, infuriato, “tutte le statistiche possono essere rivoltate secondo ciò che si vuole che indichino. Potrei io stesso proporre un sondaggio i cui risultati siano diametralmente opposti. Da Cattolico nazionalista, posso affermare che nessuno dei miei familiari e amici riflette questi dati: il sondaggio potrebbe essere credibile se mostrasse una minoranza in favore della permanenza nel Regno Unito, ma nessuno la sostiene. Tutti vogliono un’Irlanda unita.”
Un altro definisce il sondaggio “un chiaro messaggio ai partiti unionisti perché inizino a rivolgersi con più attrattive alla comunità Cattolica”, e si dichiara “disposto ad accogliere a braccia aperte suoi membri nella famiglia unionista.”
Secondo un altro lettore, che “da Cattolico si è sempre definito unionista” e che sarebbe in favore di un’Irlanda unita “solo se la Repubblica accettasse di rientrare a far parte del Regno Unito”, i risultati “confermano quello che già si sospettava”, ovvero che la Repubblica per molti ha “perso rilevanza già da molto tempo.”


Articoli Correlati

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.