WIKILEAKS: DUP E SINN FEIN ‘IN COLLOQUI DIRETTI PER ANNI’

Rivelazioni da Wikileaks tratte da Belfast Telegraph, 01 giugno 2011

a cura di Doris Ercolani

I partiti erano impegnati in colloqui già nel 2004, si legge nelle note trapelate.
Il DUP e Sinn Fein si sono impegnati in un “confronto diretto e concreto ” quasi tre anni prima la loro decisione di condividere il potere”, secondo quanto trapelato da documenti dell’ ambasciata degli Stati Uniti. Una serie di documenti pubblicati dal sito Wikileaks fanno riferimento a lunghe discussioni tra i due partiti verso la fine del 2004 – un momento in cui il DUP si ostinava invece nel non voler parlare con il partito repubblicano per nessun motivo. Le rivelazioni sono contenute all’interno dei “documenti sull’Irlanda del Nord”, una serie di note riservate contenute in un fascicolo di 1.900 documenti dell’ambasciata americana, ottenuti dal Belfast Telegraph. La loro pubblicazione oggi è il risultato di una lunga indagine fatta da questo giornale. Alla luce di una serie di rilevamenti giornalieri, è stato appurato che i funzionari statunitensi riportarono questi contatti effettivi tra il DUP e il Sinn Fein. Il DUP ha sempre negato che vi fosse stato contatto di alcun tipo con lo Sinn Fein prima della condivisione di potere all’esecutivo. Ieri sera un portavoce ha dichiarato: “Il partito non è stato coinvolto in alcun negoziato o incontri diretti con il Sinn Fein prima del 24 marzo 2007.” Ma una serie di documenti trapelati dagli USA, che riportano eventi dal luglio 2004 al novembre 2006, riferiscono di diversi scambi – sia diretti che indiretti – tra i partiti.
I documenti rivelano:

* La frustrazione e la riluttanza del DUP a discutere faccia a faccia con lo Sinn Fein nel 2006 – descritta come una “retrocessione” rispetto a due anni prima, quando c’era stato un “sostanziale e diretto contatto”.
* Che ci sono stati “più di 30 colloqui molto tranquilli” tra i partiti durante i negoziati nel dicembre 2004.
* La dettagliata progettazione di “colloqui segreti in prossimità” di Londra, il che potrebbe aver comportato che alti funzionari governativi abbiano fatto da mediatori tra i rappresentanti dei partiti.
Si legge che il contatto ebbe luogo alla fine del 2004 – prima della rapina da £ 26m alla Northern Bank e dell’omicidio di Robert McCartney. Mentre vi è stata una lunga speculazione riguardo presupposti colloqui segreti – di recente, nel dicembre 2010 in un documento pubblicato dal Guardian – i documenti ottenuti dal Belfast Telegraph forniscono la vera prova di un contatto diretto tra i due partiti. Un documento scritto in seguito all’ accordo di St Andrews del 2006, che riferisce del “sostanziale e diretto contatto “, offre la prova più evidente. Esso riferisce di una riunione tra Dermot Ahern, allora ministro irlandese degli affari Esteri, e l’ambasciatore americano Thomas Foley. Mentre in Irlanda del Nord i partiti avevano stabilito la data per la condivisione del potere esecutivo al 24 Novembre 2006, il signor Ahern aveva pensato che questa scadenza non fosse realistica. Egli aveva osservato i vari problemi, tra cui i vari dibattiti tra il DUP e lo Sinn Fein.
Il documento afferma: “Egli [Ahern] ha aggiunto che un ulteriore complicazione dei negoziati sorse quando il Democratic Unionist Party (DUP) si rifiutò di partecipare a discussioni faccia a faccia con lo Sinn Fein riguardo la polizia, ostacolo che sembrava insormontabile. “Questa riluttanza è stata un regresso rispetto al 2004, quando lo Sinn Fein e il DUP erano impegnati in sostanziali e diretti colloqui nel perseguimento di un accordo sulla devolution di quel periodo.” Un secondo documento rilasciato in precedenza, datato maggio 2006, suggerisce anche che dei contatti stavano avvenendo in quel periodo. Questo cita Bertie Ahern che sostiene come tra i diplomatici ci fossero stati “più di 30 colloqui molto pacifici” durante i negoziati del dicembre 2004. “Con il fallimento di tali incontri e la successiva rapina alla Northern Banck e l’omicidio McCartney, l’impegno fu abbandonato”, aggiunge. “Ahern aveva citato il leader dello Sinn Fein Gerry Adams, il quale pensava che con la decisione dell’IRA del luglio 2005 di smantellare le armi, lo Sinn Fein avrebbe rinnovato il contatto con il DUP e con i suoi sostenitori a diversi ‘livelli’, non necessariamente con il leader del partito Ian Paisley.” Un altro documento contiene un piano dettagliato per i”colloqui in prossimità” di Londra, che avrebbe visto quindi gli alti funzionari di entrambi i governi impegnati come mediatori tra i rappresentanti dei partiti. Il documento, redatto dal Vice Capo della Missione Jonathan Benton, è datato 14 ottobre 2004 e riporta il programma previsto per il giorno seguente. Esso afferma che il governo irlandese voleva mantenere il segreto sui colloqui, e che avrebbe utilizzato un pretesto per spiegare la presenza Adams a Londra, adducendo un’altra ragione come copertura. Il documento delinea anche quali impegni ci si aspettava da entrambe le parti. Esso afferma: “Alti funzionari dei due governi mediano tra i rappresentanti dello Sinn Fein e del DUP. Il governo irlandese vuole tenere tutto questo fuori dalla portata della stampa e crede di poterci riuscire, visto che Gerry Adams ha addotto una finta motivazione per essere a Londra”. Nel documento sono contenuti dettagli chiave di ciò che era previsto in occasione dei colloqui. “Gli irlandesi credono che sia tempo per entrambi i partiti di mostrare ciò che hanno da offrire, per poi vedere se possono venire a patti su un accordo completo, comprese le modalità di disarmo, gli impegni del DUP sulla devolution e sulla polizia, e le questioni relative alle modalità di funzionamento delle istituzioni “, aggiunge. “Bisogna mettersi prima d’accordo sui contenuti, poi la sulla loro sequenza nel tempo. I funzionari irlandesi credono che i punti per un accordo siano realizzabili, ma avvertono che si tratta sempre di obiettivi molto bassi rispetto alla reale volontà politica”. Il documento afferma anche che i funzionari dello Sinn Fein di Dublino avevano detto al personale delle ambasciate di essere “ottimista” rispetto ai colloqui di Londra. Il leader del TUV Jim Allister – un ex deputato europeo del DUP – ha dichairato di ritenere che questo contatto ebbe luogo. “Ci devono essere stati questi colloqui, ma sono sempre stati negati con veemenza, anche con grande rabbia, quando qualcuno ha dichiarato che essi avevano avuto luogo”, ha detto. “Credo che nel 2004 le discussioni ci siano state, credo che [un funzionario del DUP] sia stato coinvolto, credo che [un altro membro del DUP] abbia presenziato a dei colloqui a Londra nella Quaker House, ma ogni volta che provi a parlarne la gente va su tutte le furie”. Un portavoce del DUP si ostina ad insistere che non vi fu alcun contatto prima del 2007. “Prima dei colloqui di St Andrews, il DUP ha partecipato a discussioni con ministri e funzionari del governo, che a loro volta hanno incontrato rappresentanti di altri partiti. Nel corso di questi colloqui ci sono state discussioni scambiate e condivise con altri partiti. Questo era di pubblico dominio. Il partito non è stato coinvolto in alcun negoziato o incontro diretto con lo Sinn Fein prima del fine settimana del 24 marzo 2007. Inoltre, neanche i singoli rappresentanti del partito si impegnarono in riunioni o discussioni di questa natura. Il partito in nessuna fase sanzionò o fu a conoscenza di eventuali incontri tra chiunque del Sinn Fein e del DUP o chiunque altro potesse agire per conto di una delle due parti interessate. Inoltre, in nessun momento ci fu una terza persona che agì per conto del DUP come intermediario, come è stato invece sostenuto. Tutti i negoziati e le discussioni furono condotte tramite il governo”. Lo Sinn Fein ha rifiutato di commentare la notizia. Nel settembre 2004, intensi negoziati condotti a Leeds Castle per ripristinare il governo si conclusero senza che un accordo fosse raggiunto. I governi britannico e irlandese avevano cercato – senza riuscirci – di levigare le discrepanze tra il DUP e il Sinn Fein. La convinzione che l’IRA fosse responsabile della rapina da £ 26m alla Northern Bank nel dicembre 2004, e dell’omicidio di Robert McCartney, aveva inferto un ulteriore colpo alle speranze di ottenere un accordo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.