LA RISPOSTA DI AMNESTY INTERNATIONAL AL RAPPORTO SULLA ROSEMARY NELSON INQUIRY

Irlanda del Nord: Amnesty risposta ai risultati dell’indagine Rosemary Nelson
23 maggio 2011

Oggi, 23 maggio, Amnesty International ha risposto alla relazione sull’inchiesta in relazione alle accuse di collusione delle forze di sicurezza nell’assassinio del procuratore Rosemary Nelson.
Halya Gowan, che ha studiato la situazione dei diritti umani in Irlanda del Nord per oltre due decenni, per conto di Amnesty International, tra cui le minacce rivolte contro Rosemary Nelson, ha dichiarato:
“Rosemary Nelson ha svolto il suo lavoro professionale, con coraggio in un ambiente carico di violenza settaria e intimidazioni perché ha creduto nello Stato di diritto e nella giustizia per tutti.
“La sua perdita è stata profondamente sentita da coloro la cui vita ha toccato. L’incapacità di perseguire i responsabili e complici, la sua uccisione è un triste atto d’accusa del sistema giudiziario in Irlanda del Nord.
“Il fallimento nell’imparare che le omissioni ripetute possono ammontare a una collusione è un altro esempio altrettanto triste di apprendimento selettivo del passato.
“Rosemary Nelson è stato minacciata, intimidita, e infine uccisa, semplicemente per aver fatto il suo lavoro come avvocato nel difendere i diritti umani”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.