SOUTH ARMAGH, STOP AND SEARCH PER WILLIE FRAZER

Willie Frazer, fondatore del gruppo di sostegno alle vittime FAIR, si è dichiarato “oltraggiato” dallo stop and search a cui una squadra anti-terrorismo della PSNI lo ha sottoposto

“Non sono un terrorista. Non ho tempo per i terroristi, Repubblicani o Lealisti che siano. Mi provoca profonda rabbia che la polizia mi abbia trattenuto sotto i termini della legge anti-terrorismo”: è la reazione di Willie Frazer dopo lo stop and search subito vicino a Kingsmill. “Mi rivolgerò ai miei legali e presenterò formalmente una lamentela  al Police Ombundsman”, minaccia. “In Irlanda del Nord, azioni del genere contro personalità pubbliche sono estremamente pericolose, potrei ritrovarmi con la reputazione macchiata a vita”.

“Quando due automobili mi hanno costretto a fermarmi e uomini in divisa mi hanno circondato all’inizio ho pensato fossero Repubblicani, poi ho capito che era la polizia. Mi hanno sottoposto a perquisizione completa, esaminando anche il mio portafoglio e la macchina per ben due volte, senza mai spiegarmene il motivo anche se continuavo a chiederglielo”, continua.

“Eravamo a pochi chilometri di distanza dal luogo in cui mio zio [Clifford Lundy, ndr] fu ucciso dall’IRA nel 1981. Non passerò sopra a ciò che è successo”.

About these ads

2 pensieri su “SOUTH ARMAGH, STOP AND SEARCH PER WILLIE FRAZER

  1. Eh sì, queste perquisizioni dei tirapiedi dei britannici sono effettivamente fastidiose.. fa piacere che anche il signore in questione se ne sia accorto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...