timthumb.php

SUPERTESTIMONE ACCUSA: “I SERVIZI SEGRETI MI HANNO ABBANDONATO”

Raymond Gilmour, infiltrato nell’IRA e nell’INLA per conto dei servizi segreti britannici (MI5) durante i Troubles, testimonia ora contro di loro in un’intervista alla BBC: “Mi hanno lasciato a lottare con alcolismo, stress post-traumatico, una salute psichica instabile e il terrore di essere ucciso”

Gli avevano promesso “500.000 sterline, una nuova casa, supporto psichiatrico e una pensione”, e invece per 30 anni di vita sotto falsa identità ha ricevuto in cambio “600 sterline al mese per tre anni e nessun lavoro”: è il racconto di Raymond Gilmour, di Derry, che rivendica un riconoscimento per “le innumerevoli vite che ha salvato” testimoniando in tribunale contro trentacinque membri dell’IRA.

“Ho messo in ginocchio l’IRA e l’INLA a Derry”, dichiara, raccontando di essere entrato nell’INLA a diciassette anni come agente dello Special Branch della RUC sotto copertura.

In realtà, il caso in cui fece da “supertestimone” decadde quando il giudice decretò che la sua testimonianza non fosse attendibile.

Gilmour ha preso ora la decisione di portare il suo caso all’esame del Investigatory Powers Tribunal, che si occupa delle lamentele verso i servizi d’intelligence.

Il Northern Ireland Office ha rifiutato di rilasciare commenti sulla vicenda.

Articoli Correlati

About these ads

2 pensieri su “SUPERTESTIMONE ACCUSA: “I SERVIZI SEGRETI MI HANNO ABBANDONATO””

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...