boston-college

BELFAST PROJECT. LA DECISIONE ALLA CORTE SUPREMA

Approda alla Corte Suprema degli Stati Uniti la lunga battaglia per impedire che le interviste dei membri dell’IRA custodite al Boston College vengano consegnate alla PSNI

Respinto alla corte d’appello, dopo la “delusione” Ed Moloney – insieme ad Anthony McIntyre curatore del progetto – ha presentato il caso alla Corte Suprema, in quanto, secondo il suo parere, “permette di affrontare temi costituzionali di fondamentale importanza per gli americani”.

La PSNI, infatti, ha chiesto che le registrazioni venissero consegnate secondo i termini del Mutual Legal Assistance Treaty (Accordo di Reciproca Assistenza Legale) in vigore tra USA e UK, che però, secondo gli avvocati, “conferisce alla PSNI più potere sui subpoena in America di quello di cui gode l’FBI”, in quanto “i cittadini americani si trovano ad avere il diritto di ricorrere contro un subpoena presentato dall’FBI, ma non possono farlo se i mandanti del subpoena sono organi di potere stranieri che godono di un MLAT”.

Intanto, anche il Boston College, separatamente da Moloney e McIntyre, ha presentato un ricorso: l’udienza si terrà il 7 settembre, data che potrebbe “teoricamente”, dichiarano Moloney e McIntyre, vedere l’effettiva consegna delle registrazioni alla PSNI.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...