OMOFOBIA, IL NUOVO SETTARISMO DELL’IRLANDA DEL NORD

Il Canonico Charles Kenny, 73enne di East Belfast, lancia l’allarme in un’intervista al Belfast Telegraph

Segretario di Changing Attitude Ireland – organizzazione della Chiesa d’Irlanda che “lavora per la piena affermazione delle persone omosessuali all’interno della Chiesa” –, Kenny ha espresso il suo appoggio all’appello di David Cameron perché la Chiesa d’Inghilterra smetta di “negare alle persone omosessuali, bisessuali e transessuali la possibilità di esserne membri a pieno titolo, perché anche persone con una profonda fede Cristiana possono essere omosessuali”.

Un messaggio di “tolleranza e sensibilità”, ha commentato Kenny, che ha poi lanciato alla Chiesa una netta e gravosa accusa: “Gli stessi errori della Chiesa Cristiana che hanno condotto al settarismo in passato sono ora la causa dell’omofobia. Ancora una volta, la Chiesa si sta comportando come fece quando il dibattito si incentrava sulla schiavitù, sul razzismo, sul trattamento crudele riservato ai bambini nati fuori dal vincolo del matrimonio, o sulla negazione della piena umanità alla metà femminile dell’homo sapiens, o ancora sulla mancanza di sintonia con gli ordini minori o sul sospetto verso le nuove idee della scienza, e la lista potrebbe continuare”, dichiara. “Siamo in molti a trovare difficile da comprendere la reazione delle Chiese alle parole di Cameron, e a considerare medievali gli atteggiamenti della Chiesa.
“In molti sono sconcertati all’idea che tutto questo sia in nome di Cristo; e molti sospettano che abbia molto più a che fare con potere terreno e controllo”.

E prosegue, affermando che sono molti i vescovi all’interno della Chiesa d’Irlanda ad essere in realtà a favore della comunità omosessuale: “Sanno che teologicamente parlando le persone che vi si oppongono sono pazze e malinformate nel modo più assoluto, ma non lo affermano in pubblico perché non vogliono agitare le acque.
“Due vescovi nordirlandesi dalle opinioni genuinamente conservatrici sull’argomento”, aggiunge, “sono Ken Good, vescovo di Derry e Raphoe, e Harold Miller di Down e Dromore”.

L’approccio da adottare, secondo Kenny, è quello di Jurgen Moltman, teologo luterano tedesco, che ha affermato: “La Cristianità su occupa del Vangelo, non di sesso (…) I Cristiani credono nella giustificazione per fede degli esseri umani, non per fede ed eterosessualità”.

“Gli omosessuali all’interno della Chiesa spesso sono costretti a mantenere segreta la loro sessualità per paura di perdere il lavoro”, è l’ulteriore denuncia di Kenny. “La condizione di un ecclesiastico omosessuale e addirittura peggiore di quella di un laico”, perché “dover vivere ogni giorno negando qualcosa che è parte della propria essenza è una croce troppo ardua da portare.
“Nella maggior parte delle confraternite religiose cose del genere sono semplicemente innominabili, e quando l’argomento viene toccato si sfocia in toni da chiacchiere da pub piuttosto che in discorsi razionali e comprensivi”.

In conclusione, la smentita all’argomentazione sulla quale si fonda l’omofobia: che la Bibbia condanni l’omosessualità come “primitiva”.
“Si citò la Bibbia contro le teorie di Darwin, contro l’idea che le donne potessero lavorare come gli uomini, e contro l’abolizione della schiavitù”, è la risposta di Kenny. “La Bibbia dice anche che non dobbiamo mangiare cocktails di gamberi, ma che dobbiamo lapidare a morte gli adulteri”.

Informazioni su questi ad

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...