STRAGE DI CLAUDY. MARTIN McGUINNESS, “FU SBAGLIATO”

L’ex primo Ministro a Stormont, Capo di Stato Maggiore dell’IRA negli anni ’70, rinnega il suo ‘passato’ nel giorno del 40° anniversario della strage di Claudy

31 luglio 1972. Un’autobomba esplose all’esterno di un pub sulla via principale della città, uccidendo all’istante una donna, un uomo e una ragazzina di 9 anni, ferendone altre due persone.

Una seconda bomba fu trovata in un furgone vicino all’ufficio postale. Dopo l’ordine di sgombro dell’area da parte della polizia, la gente si mosse verso l’Hotel Beaufort, dove un terzo dispositivo era stato piazzato in un minivan.
Nove furono i morti.

Quarant’anni dopo Martin McGuinness, all’epoca Capo di Stato Maggiore dell’IRA, commenta: “Tutti i morti e i feriti causati tra persone del tutto innocenti in questo tranquillo Paese 40 anni fa,  dovrebbero motivare tutti nella nostra società a garantire che tali terribili tragedie non accadano mai più”.
“Gli eventi di quel giorno furono spaventosi e indifendibili e non sarebbero dovuto accadere”.

A 40 anni di distanza, giustizia non è stata fatta.

Articoli Correlati

About these ads

Un pensiero su “STRAGE DI CLAUDY. MARTIN McGUINNESS, “FU SBAGLIATO”

  1. Pingback: STRAGE DI CLAUDY. I POLITICI CHIEDONO A McGUINNESS LA VERITA’ | The Five Demands

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...