BRIAN SHIVERS ‘INGIUSTAMENTE CONDANNATO’ PER OMICIDIO

Ha avuto inizio il ricorso in appello di Brian Shivers, malato terminale di fibrosi cistica, che sta scontando una condanna a 25 anni di carcere per duplice omicidio nel massacro di Massereene nel 2009

“Sono stati commessi terribili reati che hanno causato immense perdite e sofferenze alle vittime e alle famiglie. Non aggiungiamo altro, né intendiamo distogliere l’attenzione da questo”, ha dichiarato l’avvocato della difesa Patrick O’Connor nella prima udienza del ricorso in appello contro la condanna a 25 anni di carcere inflitta a Brian Shivers.

“C’è però un problema fondamentale, l’accusa non ha suggerito una sola azione che potesse costituire favoreggiamento, complicità, ingaggio”, sottolinea la difesa che si sta adoperando per rovesciare il verdetto secondo il quale Shivers avrebbe giocato un ruolo nell’omicidio di genieri Mark Quinsey e Patrick Azimkar il 7 marzo 2009.

L’imputato, è stato inoltre giudicato colpevole di sei tentati omicidi e possesso di due armi da fuoco con l’intenzione di mettere in pericolo la vita.

Ad incastrarlo, tracce di DNA ritrovate a bordo dell’auta presumibilmente utilizzata nella fuga dopo l’attacco a fuoco. Prove di DNA che non era state ritenute sufficienti a condannare l’altro imputato, il prominente repubblicano Colin Duffy.

La tesi della difesa è stata respinta dall’accusa. I giudici Morgan, Higgins e Girvan si sono riservati il giudizio:  “Ci sono alcuni delicati argomenti che vorremmo approfondire con molta cautela.”

Brian Shivers, barba incolta e in camicia a maniche corte, ha assistito all’udienza in aula dove è giunto ammanettato.

Informazioni su questi ad

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...