IL PUBLIC PROSECUTION SERVICE RINVIA WOOTTON IN APPELLO

Dopo il “disgusto” espresso da Kate Carroll per la sentenza a 14 anni inflitta a John Paul Wootton – “Non è un deterrente per altri”, ha dichiarato la vedova dell’agente ucciso – Barra McGrory, direttore del Public Prosecution Service, ha deciso di rinviare l’imputato in appello

Sarà ridiscussa davanti alla Corte d’Appello la sentenza a quattordici anni a cui il giudice Justice Girvan ha condannato John Paul Wootton, giudicato colpevole insieme a Brendan McConville dell’omicidio dell’agente di polizia Stephen Carroll, nel 2009.
All’epoca dei fatti, Wootton aveva diciassette anni: per questo, ha dichiarato Girvan, “si è stati costretti ad operare sottostando a regole speciali”.
“I giudici non possono agire secondo la loro opinione personale. Ci sono regole precise a cui attenersi”, ha spiegato, chiedendosi poi se sia “appropriato” che una Corte d’Appello discuta se modificare quelle particolari linee guida “alla luce di questa circostanza”.
“In ogni caso, solo una Corte d’Appello può farlo”, aggiunge, “non certo un processo in prima istanza. Una richiesta diretta da parte del direttore del PPS è l’unica strada su cui si possa procedere per un’eventuale modifica”.
Tuttavia, sottolinea, “si è sentito in dovere” di esprimere la sua opinione, in quanto giudice del processo, e ritiene che “la sentenza vada riconsiderata” tenendo in conto delle condizioni di oggi e del fatto che ci sia un bisogno maggiore di deterrenti”, in particolare per casi come questo, un “omicidio terroristico di un agente di polizia”.
Categotica Kate Carroll: “La sentenza è disgustosa. John Paul Wootton era abbastanza adulto da commettere quel crimine e abbastanza insolente da sedere sul banco degli imputati e salutare tutti i presenti seduti in galleria”, ha dichiarato a UTV. “Sapeva esattamente quello che stava facendo”.

Articoli correlati

Informazioni su questi ad

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...