ANCHE IL POLICE OMBUDSMAN’S OFFICE “CONSERVÒ RESTI UMANI” ALL’INSAPUTA DEI FAMILIARI

La bufera sulla “conservazione” di resti umani di vittime morte in circostanze sospette si abbatte anche sul Police Ombudsman’s Office, dopo l’ammissione e le scuse ufficiali presentate mercoledì dalla PSNI

Quattro i casi “irrisolti” al centro dell’indagine, quattro vittime i cui resti sono rimasti in mano al Police Ombudsman’s Office: è il risultato della sconcertante inchiesta interna dell’Association of Chief Police Officers, dopo le rivelazioni dei giorni scorsi secondo cui la PSNI “trattenne” 71 resti di tessuti umani, tra cui ossa e organi, di 64 persone, tenendo all’oscuro le famiglie.
Un portavoce del Police Ombudsman dichiara: “Le quattro persone in questione morirono tra il 2001 e il 2006, e tutti i casi erano stati portati all’attenzione del Police Ombudsman. Rimpiangiamo di non aver riferito le informazioni alle famiglie prima d’ora”. Priorità che, assicura George Hamilton (Assistant Chief Constable) al Justice Committee di Stormont, è ora affrontata: “Stiamo facendo tutto il possibile per comunicare con le famiglie il più in fretta possibile.
“Stamattina abbiamo incontrato ventuno famiglie e riferito loro le informazioni nel modo più delicato possibile”, continua Hamilton, investito dalla PSNI della responsabilità di occuparsi del problema. “Io, il Chief Constable e l’intera PSNI siamo estremamente preoccupati dell’impatto e della sofferenza causata alle famiglie da queste dolorose notizie, e porgiamo nuovamente le nostre scuse”.
A mettere in luce il problema è stato un conteggio dei tessuti umani trattenuti da tutte le forze di polizia del Regno Unito, circostanza che ha costretto la PSNI ad ammettere i numeri effettivi.
I casi si collocano tra il 1960 e il 2005 – almeno per un terzo sono legati ai Troubles, è la spiegazione della PSNI, che però aggiunge: “Non c’è più bisogno di alcuna indagine su quei tessuti umani, e saranno restituiti alle famiglie”.
Ad UTV, il Primo Ministro Peter Robinson ha definito il problema “altamente controverso”, con ancora “molte domande da porre”.
“Basta mettersi nei panni delle famiglie di quelle vittime per rendersi conto di quanto dolore sarà causato da questo problema. Come una cosa del genere possa succedere senza che le famiglie ne siano al corrente mi sembra totalmente inaccettabile”.
Lunedì, l’Assembly affronterà d’urgenza la questione.

Articoli correlati

Informazioni su questi ad

Un pensiero su “ANCHE IL POLICE OMBUDSMAN’S OFFICE “CONSERVÒ RESTI UMANI” ALL’INSAPUTA DEI FAMILIARI

  1. Pingback: FORD: “LA PSNI SI SBARAZZÒ DI ALCUNI DEI RESTI UMANI CONSERVATI” | The Five Demands

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...