STRIP SEARCHES, “A BREVE” I TEST SUI BODY SCANNERS

Dopo un anno di dirty protest contro le violenze brutali subite dai prigionieri repubblicani di Maghaberry a causa delle perquisizioni corporali forzate (strip searches), il ministro della giustizia David Ford annuncia come “prossimo” l’inizio dei test sugli scanner che dovranno sostituire la degradante pratica

Già in uso presso alcuni aeroporti, gli scanner a raggi X, comandati da un sistema computerizzato, permetteranno di effettuare una perquisizione approfondita senza dover ricorrere ad una strip search, che richiede il completo denudamento dei prigionieri.
Sean Lynch, per conto dello Sinn Féin, “accoglie con favore” l’introduzione della tecnologia avanzata “al posto della non necessaria e umiliante pratica delle strip searches”, mentre per il DUP “i prigionieri repubblicani dissidenti stanno dettando legge” sulle perquisizioni carcerarie – critica rifiutata da David Ford.

Informazioni su questi ad

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...