LE MARCE ORANGISTE AVRANNO LUOGO IN UN’IRLANDA UNITA

Gerry Adams, durante la conferenza di ieri sera a Westminster, ha dichiarato dovranno far parte dell’Irlanda Unita.
Il leader del Sinn Fein ha affermato che il controllo politico del Regno Unito sull’Irlanda resta la causa del conflitto.
Sulla scia delle violenze che hanno caratterizzato la Twelfth Parade di Belfast del 13 luglio, ha sostenuto che il rispetto delle varie culture, compresa quella della comunità unionista, deve essere la chiave per un nuovo futuro.
“Sono assolutamente contrario all’unionismo, ma credo che i democratici debbano ascoltare ciò che gli unionisti ritengono che il loro movimento possa offrire ai cittadini”.
“Un dibattito pubblico su tali questioni-chiave può essere soltanto un passo positivo in avanti.”
“Abbiamo bisogno di guardare a ciò che gli unionisti intendono per senso di britannicità ed essere disposti a esplorare e ad essere aperti a nuovi concetti.”
Egli ha affermato che l’Irlanda Unita dovrà rispettare le diversità culturali.
“Questo significa che le marce orangiste, anche se sulla base del rispetto e della cooperazione, continueranno in una Irlanda Unita, se questo è il desiderio degli orangisti”, così come lo stesso Adams ha sostenuto che anche i simboli e gli emblemi dovranno riflettere le difersità della società irlandese.

Orange parades have place in a united Ireland, says Gerry Adams (Belfast Telegraph)
Orange Order marches and respect for diverse cultures must form part of a future united Ireland, Sinn Fein President Gerry Adams told a special event at Westminster last night.
The republican leader addressed an audience in the Grand Committee Room in the House of Commons as part of an international campaign to kickstart a debate on achieving Irish reunification.
Mr Adams said Britain’s political control over part of the island of Ireland remained the underlying cause for conflict.
And in the wake of violence around an Orange Order parade in Belfast, he argued that respect for Ireland’s various cultures, including that of its unionist community, must be key to a new future.
“I am totally opposed to the union but I believe that democrats must listen to unionism about what they believe the union offers citizens,” he said.
“A public debate around these key issues can only be a positive step forward.
“We need to look at what unionists mean by their sense of Britishness and be willing to explore and to be open to new concepts.
“So, there are many issues for republicans and unionists to talk about.”
He said a united Ireland must respect cultural diversity.
“This means that Orange marches, albeit on the basis of respect and cooperation, will continue in a united Ireland if that is the wish of the Orange,” said Mr Adams.
“So, as part of this, in a united Ireland the agencies, management, symbols and emblems need to reflect the diversity of our society. This is a daunting challenge.”
Mr Adams has addressed two similar events in the US in recent weeks and his party is planning a major conference in Britain in February.

Informazioni su questi ad

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...